Vai al contenuto principale

Pordenone docs fest
Le voci dell’inchiesta

Sostieni il festival con un piccolo gesto: acquista un biglietto!

  • DUGMA – The Button
    Paul Salahadin Refsdal, NOR, 2016
    documentario, 58'

    I kamikaze dell’ISIS possono essere persone come tutte le altre? Come vivono, chi sono, cosa provano – anche pochi secondi prima di morire -, gli attentatori suicidi del Fronte al Nusra mentre si preparano all’ultima missione della propria vita? Hanno dubbi, rimpianti, rimorsi? A svelarlo è il documentario girato in Siria, dall’altra parte del fronte di solito raccontato. …Quella occupata dagli aspiranti kamikaze.

  • RADIO KOBANI
    Reber Dosky, KUR, 2017
    documentario, 69'

    L’assoluta libertà di una radio, rifugio e conforto per sopravvissuti, soldati e musicisti, restituisce uno dei più accorati ritratti mai realizzati di Kobane, città prima occupata e poi distrutta dallo Stato Islamico: il sole può sorgere anche sulle rovine. Dilovan, una reporter curda di soli vent’anni, apre una stazione radio: racconta la situazione dei campi-profughi, dialoga con i sopravvissuti e intervista soldati e musicisti. Il sorriso di Dilovan rimane negli occhi.

     

  • Our Time Machine
    S. Leo Chiang, Y. Sun, CINA/STATI UNITI, 2019
    documentario, 86'

    Quando l’artista cinese Ma Liang apprende che suo padre Ma Ke, ex direttore dell’Opera di Pechino, è affetto dalla sindrome di Alzheimer, lo invita a collaborare al suo progetto più ambizioso: un coinvolgente, magico, autobiografico spettacolo con tanto di manichini meccanici intitolato “La macchina del tempo di papà”.

  • The Painter and the Thief
    B. Ree, NORVEGIA, 2020
    documentario, 102'

    Nel 2015 due ladri si introdussero in pieno giorno in una galleria d’arte a Oslo e rubarono due opere della pittrice ceca Barbora Kysilkova. Durante il processo la stessa Kysilkova chiese a uno dei colpevoli cosa l’avesse spinto a rubare proprio i suoi dipinti: “L’ho fatto perché erano belli”, fu la risposta. Colpita dalla dichiarazione, la pittrice alla fine del periodo di detenzione invitò il ladro a posare per un ritratto. Fu il principio di un’inaspettata amicizia.

  • Beautiful Things
    G. Ferrero, F. Biasin, ITALIA, 2017
    documentario, 94'

    Gli oggetti di cui pensiamo di aver bisogno ogni giorno iniziano e finiscono il loro viaggio all’interno di luoghi industriali e scientifici isolati e spettrali. Van, Danilo, Andrea e Vito sono come monaci all’interno di templi di acciaio e cemento e ripetono ogni giorno nel silenzio e nella solitudine la stessa liturgia meccanica, convivendo con i propri fantasmi.

  • All Against All
    L. Bouwman, PAESI BASSI, 2019
    documentario, 103'

    Chi è un fascista? Il fascismo è stato semplicemente un fenomeno storico o è piuttosto qualcosa di eterno, una vera e propria mentalità? “All Against All” si pone queste domande a partire dall’esperienza storica del fascismo pre-bellico nei Paesi Bassi.

  • All’armi, siam fascisti!
    L. Del Fra, C. Mangini, L. Miccichè, ITALIA, 1962
    documentario, 94'

    Quando uscì nel 1962 – tra censure e assalti dei missini – questo straordinario documentario di Lino Del Fra, Cecilia Mangini e Lino Miccichè, su testo di Franco Fortini, esplose come una bomba. Un racconto potente e sovversivo sul fascismo mai morto, espressione della violenza del capitalismo e quindi dell’eterno scontro tra capitale e lavoro.

  • L’Altrove più vicino
    E. Sgarbi, ITALIA, 2017
    documentario, 50'

    Un viaggio ai confini dell’altrove che ci è più prossimo, la Slovenia: una terra, un popolo, una cultura che è appena oltre una soglia mobile, fatta per essere attraversata e cancellata milioni di volte dalle trasmigrazioni di persone, lingue, abitudini.

  • God
    C. Murray, J. Buschmann, I. Pimentel, CILE, 2019
    documentario, 63'

    Nel 2018 papa Francesco si è recato in Cile per una visita ufficiale. In quel periodo il Paese era preda di una profonda crisi spirituale. Nonostante gli sforzi della Chiesa cattolica le parrocchie languivano in assenza di fedeli, mentre la popolazione si riversava nelle strade per sfogare tutto il proprio rancore nei confronti del potere costituito.

  • The Internet of Everything
    B. Gaylor, CANADA, 2020
    documentario, 52'

    Da internet non si può più fuggire. Quello che un tempo giaceva relegato in un computer beige nello scantinato di un qualche lontano parente ora è parte integrante del modo in cui guidiamo le automobili, tiriamo lo sciacquone o controlliamo il sonno dei nostri figli durante la notte. A seconda del punto di vista, stiamo vivendo una futuristica utopia o un incubo di sorveglianza totale in cui il digitale ci impone la sua agenda.

  • Pays barbare – Un Paese barbaro
    Y. Gianikian, A. Ricci Lucchi, FRANCIA, 2013
    documentario, 65'

    Partendo da materiali di repertorio dell’opera di “civilizzazione” che il regime fascista si illudeva di mettere in atto in Libia e nei Paesi del Corno d’Africa, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi riescono a costruire, grazie all’elaborazione della pellicola, un atto di accusa nei confronti della disumanità del colonialismo e delle dinamiche di guerra.

  • The Soviet Garden
    D. Turea, MOLDAVIA/ROMANIA, 2019
    documentario, 76'

    Dragoș, un regista proveniente dall’ex Stato sovietico della Moldavia, sta indagando sulla misteriosa morte della nonna quando si imbatte nelle trame di un vecchio esperimento scientifico segreto: un piano per trasformare la Moldavia in un “giardino sovietico” tramite l’impiego di energia atomica nell’agricoltura locale. Dopo quasi dieci anni di ricerche Dragoș è pronto a svelarne i dettagli più incredibili.

  • Together Forever
    N. Samdereli, Y. Samdereli, GERMANIA, 2018
    documentario, 96'

    Quattro coppie provenienti da Stati Uniti, Giappone, India e Germania raccontano i loro rapporti di coppia, durati sorprendentemente oltre i cinquant’anni. In una serie di interviste sincere e divertenti ogni coppia riflette sulla vita precedente e successiva al momento del loro incontro e sulla propria crescita personale.

  • La Chana – La mia vita è un ballo
    L. Stojevic, SPAGNA/ISLANDA, 2016
    documentario, 83'

    Racconto essenziale e sincero della vita di Antonia Santiago Amador, in arte “La Chana”. Negli anni Sessanta e Settanta Antonia, conosciuta in tutta Spagna e nel mondo come la ballerina di flamenco per antonomasia, diventa il simbolo di un Paese e di questo ballo che pratica sin da bambina all’interno della cultura gitana da cui proviene.

  • China’s Van Goghs – Alla ricerca di Van Gogh
    Y. Haibo, Y. Tianqi Kiki, CINA/PAESI BASSI, 2016
    documentario, 80'

    A Shenzhen (Cina), a migliaia di chilometri dai Paesi Bassi, il culto di Van Gogh è più forte che mai. Dafen è una piccola città nella città in cui fino a diecimila contadini, convertiti in pittori, lavorano in atelier che assomigliano più a degli sweatshop. Qui vengono riprodotte a olio su tela fino a settecento copie al mese dei capolavori del pittore olandese.

  • Tutti a casa – Inside Movimento 5 Stelle
    L. Birk Pedersen, DANIMARCA/FINLANDIA/NORVEGIA, 2017
    documentario, 90'

    La regista ha ottenuto il permesso di raccontare il M5S dal suo interno, seguendo nel privato e nelle riunioni i senatori pentastellati Paola Taverna, Alberto Airola, Mario Michele Giarrusso e Luis Alberto Orellana: le immagini offrono allo spettatore uno sguardo unico e inedito del backstage del fenomeno che ha rivoluzione l’assetto politico italiano.

  • Fascista
    N. Naldini, ITALIA, 1974
    documentario, 110'

    Utilizzando spezzoni di documentari e cinegiornali d’epoca, Naldini ricostruisce la scalata al potere di Mussolini, dalla marcia su Roma sino all’adesione del regime fascista al Terzo Reich.

  • Mondo sexy
    M. Sesti, ITALIA, 2019
    documentario, 74'

    Un viaggio nel mondo dello strip-tease, un tempo simbolo del proibito e della vita notturna, attraverso dodici documentari erotici degli anni Sessanta. Un ritmo e uno stile di montaggio incalzanti, a tratti quasi ipnotici, seguono sonorità contemporanee create ad hoc. La voce dell’autore interviene con un testo che si ispira a Roland Barthes.

  • Alcohol – The Magic Potion
    A. Pichler, GERMANIA/ITALIA, 2019
    documentario, 90'

    Perché beviamo? Quali sono i reali effetti del consumo di bevande alcoliche? Quanto le lobby degli alcolici sono in grado di influenzare politica e società? Tenendosi alla larga da ipocrisia e perbenismo, il film offre uno sguardo inedito e dirompente sulle abitudini alcoliche di noi tutti.

  • A sud della musica – La voce libera di G. Marini
    G. Curi, ITALIA, 2019
    documentario, 82'

    Intellettuale militante e curiosa, Giovanna Marini si muove da più di cinquant’anni sulla scena della musica popolare italiana, incarnando la figura totalizzante della pasionaria che si spende con inesauribile energia nella ricerca sui canti e sulla cultura popolare.

  • La cravate
    E. Chaillou, M. Théry, FRANCIA, 2020
    documentario, 97'

    Bastien è un ragazzo di vent’anni. Da cinque è un attivista del principale partito francese di estrema destra, il Front National. All’alba della campagna per le presidenziali il suo superiore gli chiede un impegno ancor maggiore. Iniziato all’arte della politica, comincia a sognare di far carriera ma vecchi demoni si ripresentano…

  • The Journey – A Story of Love
    F. Bräuning, SVIZZERA, 2018
    documentario, 85'

    Un uomo e una donna attraversano il mondo su un camper. Sono Niggi, un appassionato fotografo, e Annette, l’amore della sua vita, paralizzata dal collo in giù da vent’anni. Con coraggio, ironia e delicatezza preservano quel che rende la vita degna di essere vissuta. Ma cosa accade all’amore quando le circostanze della vita cambiano così drasticamente?

  • Troiane
    S. Santamato, ITALIA, 2020
    documentario, 16'

    Quattrocento tronchi di abete violentemente abbattuti in Friuli dalla catastrofe ambientale della Tempesta Vaia approdano a una seconda vita nella tragedia di Euripide sul palco del teatro greco di Siracusa. Questa è la storia del loro viaggio.

  • Wuhan – 76 Days
    W. Chen, H. Wu, STATI UNITI, 2020
    documentario, 93'

    I giorni frenetici dell’epidemia a Wuhan, in Cina, punto zero dello scoppio del Covid-19. Il 23 gennaio la città di 11 milioni di persone è entrata in un blocco che è durato 76 giorni. Il documentario va oltre il semplice reportage raccontando gli esseri umani dietro le mascherine, capaci nonostante la paura e l’incertezza di perseveranza e toccante sensibilità.

  • Letizia Battaglia – Shooting the Mafia
    Kim Longinotto, IRLANDA, 2019
    documentario, 97'

    Gli interventi di Salvatore Inguì, dei Giovani di Libera FVG e di Giovanni Impastato, fratello di Peppino, a corredo di “Letizia Battaglia – Shooting the Mafia”, il film sulla grande fotoreporter palermitana simbolo della lotta contro la mafia proposto in esclusiva per le scuole da Pordenone Docs Fest – Le Voci dell’Inchiesta 2020.

  • Conferenza stampa
    Cinemazero, PORDENONE, 2020
    evento, 36'

    La conferenza stampa della 13ma edizione di Pordenone Docs Fest – Le Voci dell’Inchiesta.

  • Cerimonia d’apertura, consegna premio e intervista a Sigfrido Ranucci
    Cinemazero, PORDENONE, 2020
    evento, 50'

    La cerimonia d’apertura della 13ma edizione di Pordenone Docs Fest – Le Voci dell’Inchiesta e la consegna del premio “Il Coraggio delle Immagini” a Sigfrido Ranucci, poi impegnato in un dialogo con il presidente dell’Ordine dei giornalisti del Friuli Venezia-Giulia Cristiano Degano.

  • Cerimonia di chiusura e assegnazione premi
    Cinemazero, PORDENONE, 2020
    evento, 29'

    La cerimonia di chiusura della 13ma edizione di Pordenone Docs Fest – Le Voci dell’Inchiesta, con l’assegnazione dei premi da parte della giuria (Anastasia Plazzotta, Valerio Mastandrea, Mario Sesti), di Crédit Agricole FriulAdria (Green Documentary Award) e dei ragazzi dello Young Club (Young Audience Award).

  • Presentazione di “Pangolino” di Marco Tonus
    Cinemazero, PORDENONE,
    evento, 29'

    La “fase 1” dell’emergenza Covid-19 è stata una situazione inedita e preoccupante, ma in ogni evento tragico c’è anche un aspetto grottesco: per raccontarlo durante il lockdown è nato “Pangolino”, albo a fumetti di grande successo curato da Marco Tonus e presentato per la prima volta e in esclusiva a Pordenone Docs Fest – Le Voci dell’Inchiesta.

  • Tavola rotonda – Il patrimonio bibliotecario: un futuro digitale è possibile?
    Cinemazero, PORDENONE, 2020
    evento, 117'

    Possiamo dire di aver imparato qualcosa dalla lezione del lockdown? Siamo stati in grado di apprendere ciò che di buono il virtuale ci ha insegnato? Quanto e cosa si può ancora fare per sfruttare al meglio le potenzialità del digitale in particolare nel mondo della conservazione, documentazione e fruizione dei beni culturali? Quanto si può fare per mettere il digitale definitivamente al servizio del pubblico?

  • Tavola rotonda – Le piattaforme: problema o opportunità?
    Cinemazero, PORDENONE, 2020
    evento, 105'

    Se all’apparenza la fase acuta della pandemia ha semplicemente accelerato il dibattito sul rapporto tra sala cinematografica e piattaforme streaming, nella realtà ne ha cambiato anche i contorni. Oggi infatti le piattaforme non rappresentano solo un’alternativa all’esperienza cinematografica, ma anche un’opportunità per le sale e i festival. Una tavola rotonda con i professionisti del settore.